Calicanto in trasferta: diario di bordo

5 giugno
Uno splendido sole ha accompagnato il soggiorno dei ragazzi della Calicanto a Forni di Sopra da venerdì 5 giugno a domenica 7 giugno. Arrivati a Forni dopo un ottimo pranzo allo Zwar bar siamo partiti alla volta dell’Adventure Park, dove, imbragati, abbiamo provato il brivido di superare ponti tibetani, di camminare su un filo e, infine, di restare sospesi nel vuoto sorretti da una carrucola. La giornata è poi proseguita in palestra, dove abbiamo fatto esercizi volti a sviluppare la coordinazione e il ritmo. Siamo infine arrivati in albergo dove aver cenato, abbiamo passato un po’ di tempo tutti assieme prima della buonanotte.
6 giugno
Grande prova per i nostri ragazzi oggi che alle 9:30 sono partiti in
direzione del rifugio Giaf! La camminata è stata lunga e faticosa ma, ognuno di noi, con i propri tempi ha raggiunto la tanto attesa meta. Durante il cammino la guida del Parco Nazionale delle Dolomiti Friulane ci ha mostarto come riconoscere orme di cervi e caprioli e fiori protetti tra il quali l’orchiedea selvatica. Al termine del sentiro ci attendeva il rifugio Giaf dove, dopo aver mangiato del tipico frico, ci siamo riposati prima di intaraprendere il viaggio di ritorno in albergo. Un dovuto riposo ha preceduto la sentita visione della finale di Champions tutti attorno al televisore nella sala comune dell’albergo.
7 giugno
E oggi tutti i parete! Istruiti e imbragati da Luca Cedolin, figlio di Mario, vincendo le nostre paure abbiamo provato l’emozione di “camminare in verticale” su due pareti in palestra. Il pranzo, preceduto da un aperitivo giocoso allo Zwar bar, ci ha ricaricato in vista del giro delle bancarelle della Festa delle Erbe in paese. Amicizia e solidarietà sono stati gli ingredienti che hanno reso questa esperienza per tutti noi indimenticabile. Grazie a tutti ed in particolare a Francesca e a tutto il team dell’hotel
Posta.

Elisa ed Eneo